ELAVISTOL, REGIONI

REGIONI ELAVISTOL (III anno di Tessa)

bozza mappa elavistol 1116

REGNO DI NOVALUNA

⁃    Capitale: Barium
⁃    Regioni annesse:  Principato di Treia, Granducato del Tacco, Contea (ex-Terre Libere) di Lucanìa
⁃    Reggenti: Sigfredo e Mania dei Lamargentea
⁃    Simbolo Casata: Fenice su sfondo luna
⁃    Razze: Umani, Elfi. Piccole comunità: Felinidi, Nani, Draconici, Demoni, Non-Morti, Pelleverde,
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Tessa (dea Madre del Creato, domini: Natura, Armonia, Autorità).

Descrizione: vedi pagina Il Regno di Novaluna

PRINCIPATO DEL SOLE

⁃    Capitale: Neapolis
⁃    Reggente: Principato Eduardo Dei Velloni
⁃    Simbolo Casata: Cavaliere con lancia su sfondo Sole
⁃    Razze: Umani. Piccole comunità: Mezz’uomini, Popolo Fatato, Felinidi, Pelleverde, Nani
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Alsia (Dea del Sole, domini: Luce, Arcani, Vita)

Descrizione:

Il principato del Sole è una delle terre più importanti e ricche di Elavistol. Patria di nobili cavalieri, potentissimi maghi e negli ultimi anni sede della Scuola degli Incantagemme. Si dice anche che la pace perduri anche grazie ad una fittissima rete di furtivi, determinanti della guerra contro i Rutuli e sul confine Treiano. Il principe Eduardo, un uomo anziano ma dall’indubbio fascino e acume, ha richiamato a se molti dei suoi uomini più fidati e dopo tre settimane di incontro sono stati congedati. Nessuno sa i temi della riunione ma il pragmatismo del sovranno fa capire che sta succedendo qualcosa.

DUCATO DEI GRANMASSI

⁃    Capitale: Aquìlia
⁃    Reggente: Ottavio de Horatiis
⁃    Simbolo Casata: Aquila bianca su sfondo diagonale verde e celeste
⁃    Razze: Umani, Nani. Piccole comunità: Pelleverde, Elfi, elfi oscuri, Goliadi, Rattidi
⁃   Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Oruno (Dio del cielo, domini: Cielo, Giustizia, Autorità)

Descrizione:

Ducato molto vicino ad una teocrazia, il Duca Ottavio de Horatiis è un famoso paladino di Oruno. Si dice che il suo martello, che da più di 300 anni passi di generazione in generazione, sia stato donato da un aquila al suo avo quando raggiunse la punta del Granmasso, il grande monte che svetta su tutte le terre del ducato e con quest’artefatto sia riuscito a convincere i Goliadi a cooperare per un ducato unito e forte.

DUCATO DEI RUTULI

⁃    Capitale: Rutulia
⁃    Reggente: Livio Cornelio Aureo
⁃    Simbolo Casata: Leone oro su sfondo rosso
⁃    Razze: Umani, Felinidi. Piccole comunità: Rattidi, elfi, nani, minotauri, NonMorti
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Katos (Dio Minotauro, domini: Guerra, Fratellanza, Autorità).

Descrizione:

Una delle dinastie più antiche di Edreia, la gens Aurea governa questo ducato da più di mille anni. Diverse in passato le guerre per i confini con il Principato del Sole, risolte nei fatti ma non negli animi con non poche tensioni sfruttando il Verde Fiume come confine naturale. Popolo colto e guerriero, i Rutuli rivendicano l’appartenenza alla Prima Stirpe, una sorta di eredità di sangue al potere e al controllo.

DUCATO DI FLORENTIA

⁃    Capitale: Florentia
⁃    Reggente: Adele Melissa Bianchi
⁃    Simbolo Casata: Arpa Bianca su sfondo circolare Viola
⁃    Razze: Umani, Elfi. Piccole comunità: mezzuomini, demoni, elfi oscuri, fatati, felinidi
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Liandra (Dea delle Arti, Domini: Conoscenza, Armonia, Luce)

Descrizione:

Il Ducato di Florentia è il luogo dove la penna conta molto più della spada. Terra fertile per artisti, pensatori e inventori, ma anche abili commercianti, fine menti politiche e donne di facili costumi. La famiglia Bianchi è salita al potere da circa 80 anni, un tempo davvero considerevole per questo ducato dove gli intrighi sono il pane quotidiano. Adele, quarta regnante del suo nome, è una donna molto gentile, raffinata e bellissima dagli occhi gentili e innocenti, strumenti utili in un mondo di bestie feroci sotto vesti eleganti come una corte ducale.

DUCATO DEGLI URBINI

⁃    Capitale: Ravea
⁃    Reggente: Fero de’Zanoni
⁃    Simbolo Casata: Sfondo scudo con Tre Torri
⁃    Razze Umani, Non-Morti. Piccole comunità: elfi oscuri, elfi, popolo fatato
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Vortos (Nero Angelo del Passaggio, Domini: Vita, Morte, Necromanzia)

Descrizione:

Il ducato degli Urbini nacque 500 anni fa quando Castore de’Zanoni salì al potere unendo sotto unico vessillo le terre libere intorno al Fiume Ponino. La calma ha segnato questo ducato fino a qualche anno fa, in cui Fero, attuale Duca degli Urbini, ha indetto premi a chiunque portasse informazioni sulla “creatura dalla mano bianca”. Si è sparsa la voce tra i chierici di Vortos che il Duca e il patriarca Voritdan abbiano fatto gli stessi preoccupanti sogni.

TERRE DI NURAGIA

⁃    Capitale: Tribale
⁃    Reggente: Kroth Clavanera
⁃    Simbolo Casata: …Clava nera!
⁃    Razze: Pelleverde. Piccole comunità: umani, nani, minotauri, Tritoni, draconici.
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Talos (Domini: Guerra,  Caos, Competizione).

Descrizione:

Terra selvaggia e incontaminata come le tante razze che la popolano, la Nuragia è un insieme di piccole appezzamenti terrieri con miseri o nulli assetti politici. Il clan più temuto è quello dei Clavanera, pelleverde che abitano la zona sud-est dell’isola. Le comunicazioni con il resto di Elavistol sono molto difficili, solo alcuni equipaggi riescono ad attraversare il mare ed evitare di essere affondati da un’imponente creatura marina descritta da alcuni naufraghi.

DUCATO DI LIGUSTA

⁃    Capitale: Ianua
⁃    Reggente: Erminio Parodi
⁃    Simbolo Casata: Grifone rosso su sfondo blu
⁃    Razze Umani. Piccole comunità: elfi oscuri, Tritoni, mezzuomini, popolo fatato.
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Helab (Dio del Mare, domini: Mare, Giustizia, Prosperità).

Descrizione:

Il ducato di Ligusta è amministrato dalla famiglia Parodi da circa 400 anni. Terra florida grazie agli scambi commerciali con le terre confinanti e con alcune tribù Nurage, il ducato vive una situazione di stabilità. Molte sono però le ombre che si nascondono sotto questo velo di pace. Alcuni chierici di Helab cominciano ad ignorare l’autorità del Duca aspettando ulteriori segni dal Dio.

GRANDUCATO DI LEPONIA

⁃    Capitale: Mediolanum
⁃    Reggente: Dionigi il Vero
⁃    Simbolo Casata: Colomba gialla su sfondo verde
⁃    Razze Umani, Popolo fatato. Piccole comunità: Elfi, Rattidi, Felinidi, non morti, Goliadi
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Isla (Dea della Prosperità, domini: Luce, Viaggio, Rinascita).

Descrizione:

Il fiorente Granducato di Leponia può vantare un territorio molto esteso ed un sistema economico estremamente variegato. Importantissima la sua posizione di confine con il regno di Aquilania col quale ha ottimi rapporti diplomatici e commerciali e l’impero di Wulfbar dal quale ormai si aspetta un violento attacco. Mediolanum ospita il Pozzo dell’Incanto, una delle più importanti scuole di Magia di Edreia. Il Granduca Dionigi il Vero è salito al potere da soli 15 anni. Dopo una rocambolesca lotta di poteri e intrighi e rischiando anche la pena di morte Dionigi riesce a sgominare i suoi avversari e prendere posto sul trono. Per molte casate la lotta non è ancora finita…

IMPERO DI WULFBAR

⁃    Capitale: Eltz
⁃    Reggente: Kaiser Egill Jorvik
⁃    Simbolo Casata: Orso con corona
⁃    Razze in Territori di Elavistol: Umani. Piccole comunità Tutte tranne demoni e Tritoni
⁃    Divinità maggiore/Dominio/Simboli: Nefyx (Dea Lupa, Domini: Notte, Natura Selvaggia, Fratellanza).

Descrizione:

L’impero di Wulfbar avanza. L’impero di Wulfbar distrugge. L’impero di Wulfbar conquista.
Wulfbar era un ducato non molto distante del confine del Regno di Aquilania. Quasi 400 anni fa Thorben Jorvik, allora duca di Wulfbar, fece un sogno: il Re Niklaus Wittel al quale era sottomesso era solo nella neve, un grande orso lo attaccò e dopo averlo ucciso prese il suo corpo e lo portò d’avanti ad un grande lupo bianco che immediatamente cominciò ad ululare. Il conte si sveglio e vide fuori dalla finestra del suo piccolo castello un lupo bianco che lo guardava. Immediatamente organizzo una battuta di caccia dove invitò tutti i nobili del regno e uccise il Re, autoproclamandosi nuovo reggente e promettendo al suo popolo che avrebbe fondato un impero. I druidi della dea Nefyx benedissero subito l’accaduto e dopo aver messo a tacere i pochi feudi dissidenti è cominciata l’avanzata. L’impero ha conquistato il Ducato Juliano e ora minaccia il Granducucato di Leponia e il Ducato degli Urbini. Egill, discendente di Thorben e guerriero senza pari, guida in prima persona il suo esercito nonostante sia ormai un uomo di una certa età. La sua leadership è fuori da ogni dubbio come quella del suo successore Jörg, suo figlio primo consigliere e Primo Druido della Lupa.