Sastria

dei-sastria-2

“Dal Cielo Sastria veglia sui mortali come scudo contro il male”

LA DIVINITA’

Dea madre sul Tacco per più mille anni, è oggi al fianco della Figlia e del suo nuovo Regno contro il male e nella benedizione sulle genti di Novaluna.

Ella è la custode dei Cieli. A lei giungono le anime dei defunti, accompagnate da un arcangelo di Hav che ne porta il giudizio degli atti compiuti in vita.

I benedetti da un Dio guadagnano l’eterna gloria in Cielo, e vivranno per sempre nel paradiso della propria divinità. Gli altri defunti sono custoditi da Sastria finché Tessa non li richiama a sé in una nuova forma del creato, che ne rispecchierà l’indole terrena. L’anima tornata in terra perderà la propria memoria precedente (dono dell’oblio).

EPITETI

Dea dei Cieli, Astro del Cielo

SIMBOLOGIA

Sole con quattro raggi, Croce a otto punte.
Sastria viene rappresentata come una figura femminile adulta e matura.
I suoi sacerdoti vestono di Celeste.

SANTUARIO E GUIDA SU NOVALUNA

Luogo Sacro Maggiore: Monte Celeste
Alta Chierica: Sofia Degli Ulivi

DOMINI DI SASTRIA

  • Cielo

Sastria è la custode del Cielo. Nel Cielo vi è l’energia che nutre lo Spirito, nel Cielo vi è la speranza del futuro. Gli occhi del fedele cerchino sempre in alto il manto della Dea che offre la forza del sole, la luce anche nella notte, la pioggia che disseta l’anima. Dal Cielo Sastria tutto vede, dal Cielo la Dea tutto dispensa. Al Cielo inoltre tutti i fedeli di tutti gli Dei convergeranno una volta concluso il proprio ciclo tra i vivi. Lì Sastria accompagnerà i santi di ogni divinità nei propri paradisi, garantendo a loro Eterna Gloria nei secoli dei secoli.

  • Protezione

La Dea dei Cieli protegge con il suo manto i suoi fedeli, fornendo agli spiriti quelle mura e quelle torri che li rendon inespugnabili castelli. Benedetto chi è scudo del debole, poiché egli è sotto lo scudo di Sastria.

  • Arcani

Gli Antichi veglino sui figli di Sastria, con le loro profezie, con il loro contributo di potere. Benedetto sia il ritualista che omaggia con i propri doni la propria comunità. Benedetta sia la madre che scruta il futuro dei figli, per proteggerli.