Nefyx

Dei - Nefyx

NEFYX

La Regina dei Lupi chiede il sacro tributo alla Notte.
Non vi sarà cagione, non vi sarà castigo. Solo Natura orgogliosa della sua Forza.

LA DIVINITA’

Nefyx, Signora della Notte e Dea Luna, è conosciuta in gran parte di Elavistol, soprattutto tra le comunità più isolate di altipiani, zone boschive e monti. Il suo Culto è comunque variegato, e coinvolge popoli e tribù delle razze più diverse (sebbene non abbia mai avuto fedeli nel Tacco prima del 1116). La Dea è anche una delle divinità maggiori dell’Impero di Wulfbar.

Spesso Nefyx è associata alla Natura nella sua forma più selvaggia e brutale, ma è anche unica luce nell’oscurità e nell’oblio, raggio gentile nel cuore della notte che governa.

Da una parte l’intervento della Dea permette ai fedeli un legame spirituale con le bestie e le fiere dei boschi, che diverranno loro custodi. Dall’altra Ella mostra i piani malcelati dei deboli e garantisce dai loro subdoli agguati, illuminando invece l’ingegno di coloro che si donano alla notte.

Con le sue fasi Nefyx scandisce il tempo, influenza le maree, governa i misteri della notte. Dalla sua fase nel cielo, infatti, dipende il tipo di benedizione che concede. Quando ella è nel pieno del suo splendore, garantisce i massimi poteri ai suoi chierici e ai suoi sciamani. Quando assente, ella lascia liberi i Poteri della Terra e del Cielo, affinché influenzino o distruggano direttamente le vite dei suoi abitanti. Quando rossa, la Dea mostra la sua ira, e pretende che i deboli trovino quell’eterno silenzio che la renderà bianca e serena.

Vi sono saggi che affermano che Nefyx possa oscurare l’astro più luminoso in pieno giorno, richiamando nuove ere e terminandone altre,  travolte brutalmente dall’inesorabile mutare dei tempi e delle forme.

La Dea premia i legami, poiché il creato è legame stesso. Il suo legame con il giorno rappresenta l’imperscrutabile ritmo della vita e del cosmo. I legami luminosi possono essere fonte di luce anche in una notte dove la Dea guarda altrove. I legami di sangue sono ritenuti sacri.

EPITETI

Signora della Notte, Regina dei Lupi, Dea Luna

SIMBOLOGIA

Lupo al centro di una Luna, Luna, Lupo

Nefyx è anche descritta come una signora dalla pelle candida e dai bianchi e lunghi capelli, con grandi ali nere e avvolta in neri drappeggi.
I suoi sacerdoti, druidi o sciamani vestono in genere di colori che ricordano quelli della notte, il grigio, il nero con richiami di bianco, e una luna ricamata. Maggiore sarà la fase lunare rappresentata, maggiore sarà la benedizione che il sacerdote o lo sciamano riceve dalla Dea.

SANTUARIO E GUIDA SU NOVALUNA

Luogo Sacro Maggiore: Monti Ululanti
Grande Druido: Moreno Lunapiena

DOMINI DI NEFYX

  • Notte

La notte, le stelle e la luna, richiamano gli istinti trascendentali che portano i figli più saggi del mondo a meditare sul creato, sul ritmo della vita e sulle influenze che i Figli di Nefyx hanno sul mondo, sulle stagioni, sulle maree e sugli animi stessi dei mortali e degli immortali.

  • Natura Selvaggia

Le bestie e le fiere sono creature di Nefyx. Coloro che non le rispettano e venerano, saranno da esse stesse divorate. “Sia il fedele di Nefyx forte e coraggioso come il Lupo, il suo spirito imponente come un Orso, il suo sguardo acuto come quello della Lince, il suo intelletto sveglio come quello della Volpe”.

  • Fratellanza

La notte è regno del caos, ma nel buio gli occhi di un fratello sono Luna e certezza della salvezza. Sia sacro il legame di sangue, quello reale ma ancor più quello suggellato dal rito a Nefyx. Tradire il branco è considerato dai fedeli empio quanto tradire la stessa Dea. Chi invece sacrifica sé stesso per i propri fratelli sarà narrato nei cieli e sarà guida e ispirazione per coloro che verranno.