L’Inquisizione del Drago

istituzioni-inquisizione-del-drago

INQUISIZIONE DEL DRAGO

L’Ordine dell’Inquisizione del Drago è un’Istituzione storica di Treia. Nel II a.T., è stato ufficializzato anche come Istituzione del Regno di Novaluna, per volontà del Re Sigfrido dei Lamargentea e della Regina Mania.

Lo scopo dell’Inquisizione del Drago è quello di individuare e condannare:

  • chiunque veneri gli Dei Maligni opposti alla Madre Tessa e al suo Pantheon,
  • chiunque pratichi la Magia Oscura od Esoterica
  • chiunque pratichi la Stregoneria Nera od Esoterica.

Sono, infine, in prima linea nell’estirpazione dei Demoni e dei Non-morti.

Organizzazione

Tutti coloro che dimostrano fede incrollabile e volontà ferrea possono aspirare alla carriera nell’Inquisizione del Drago, coscienti che da quel momento dedicheranno la loro vita al difficile compito.
Per questo motivo dovranno rinunciare ad ogni precedente carica e dedicarsi esclusivamente all’Inquisizione.
Ad ogni Contea, Baronia o Ducato è assegnato un Magistrato Inquisitore che, a sua volta, invierà Censori o Inquisitori semplici lì dove riterrà necessario.

Ruoli nell’Inquisizione:

– Accusatore: chiunque abbia prove o dubbi sul comportamento blasfemo di un conoscente può denunciarlo all’Inquisizione e, durante il processo, motivare la sua accusa. Un’accusatore che dimostra grande acume e intuito nell’individuazione del male, potrà essere preso in considerazione per un’eventuale carriera nell’Inquisizione.

– Inquisitore: è il braccio armato e l’occhio vigile, libero di vagare per le lande di Novaluna. Può presidere ai processi per blasfemia ed altre accuse minori.
– Censore Inquisitore: presiede ai processi per Magia o Stregoneria proibite, la sua autorità si limita ad una data città e al suo immediato circondario.
– Magistrato Inquisitore: presiede ai processi per Magia o Stregoneria proibite o per venerazione di Culti maligni. La sua autorità si estende ad una Contea, un Ducato o una Baronia.
– Grande Inquisitore: unico capo dell’Inquisizione, può presiedere a processi per tutti i precedenti reati e assume il ruolo di capo militare per le milizie impegnate nella guerra contro Demoni o Non-Morti.

Religione

Tutti gli Dei sono uniti e, sotto l’autorità di Tessa, sono impegnati nella guerra contro gli Dei Malvagi. Per questo motivo non è fatto veto ad alcun fedele al Pantheon di Novaluna di aspirare alla carriera nell’Inquisizione.

Razze

Non esiste alcun veto all’affiliazione per membri di altre razze eppure la stragrande maggioranza degli Inquisitori sono umani.

Vestiario e Araldica

Il simbolo dell’Inquisizione è una testa di drago rosso su sfondo nero.
Tutti i membri dell’Inquisizione hanno normalmente vesti di color rosso o nero.
Quando però viene proclamata un’accusa o il tribunale riunito, sono tenuti a vestirsi con una lunga tunica nera e di nascondere il proprio volto con una maschera bianca (Inquisitore) o un cappuccio nero a punta (Censore o Magistrato).
Il Grande Inquisitore, infine, veste perennemente con una tunica rossa ed ha il volto nascosto da una maschera bianca (quando non porta un’armatura completa).

Sede principale

L’Inquisizione del Drago ha preso il posto della precedente Inquisizione di Treia, integrandola con il nuovo Pantheon ed estendendo la lotta, oltre che ai Demoni, anche ai Non-Morti.
Il Grande Inquisitore è rimasto comunque nella sede storica, la famigerata Rocca Nera nel Ducato di Rubinia.

Personaggi Preminenti

Ettore Giancalone: è il Grande Inquisitore del Drago.